Per tutto il mese di Agosto il ristorante rimarrà aperto sia a pranzo che a cena.

Involtini di trota come fosse al cartoccio su vellutata di patate e porri, con polvere di liquirizia Amarelli

Involtini di trota come fosse al cartoccio su vellutata di patate e porri, con polvere di liquirizia Amarelli

Ingredienti (per 2 persone)

N° 2 filetti di trota
4 patate pasta gialla
1 porro fresco
Liquirizia Amarelli in polvere
Erbetta cipollina
Latte q.b.

Origano
Maggiorana fresca
Sale
Pepe bianco
Olio EVO
Vino bianco per sfumare

Preparazione

In una pentola capiente, possibilmente dai bordi alti mettere dell’olio fino a coprirne il fondo e il porro tagliato grossolanamente, quando il porro inizia a sfrigolare, senza farlo imbiondire troppo sfumare con del vino bianco e lasciare evaporare.

Mondare e lavare le patate, tagliandole a cubetti, aggiungerle al porro e lasciare insaporire per qualche minuto; salare e pepare e coprire il tutto con la stessa quantità di acqua e latte.

Lasciare cuocere per circa 20 minuti, a fiamma bassa con il coperchio. Nel frattempo spinare e spellare la trota, ottenendole 2 filetti puliti.

Spennellare un foglio di carta forno con olio, appoggiarci i filetti , e coprendo con della pellicola, battere la trota delicatamente rendendola sottilissima.

Eliminare la pellicola e insaporire i nostri filetti con olio e un battuto composto da sale,pepe bianco,origano ed erbetta cipollina. Arrotolare dunque la trota, aiutandosi con la carta forno, e formare una caramella con la stessa, assicurandoci che sia chiusa ben stretta da entrambe le estremità.

Infornare la trota a 220° per 12 minuti.

Spegnere la crema di patate e porri, che frulleremo (magari montandola con un filo d’olio ancora), aggiungere un trito di maggiorana.

Sfornare gli involtini di trota e tagliare in senso obliquo per ottenere delle piccole girandole. Coprire il fondo di un piatto, possibilmente fondo, con la vellutata di patate e porri, adagiarci le girandole di trota al centro, spolverare la nostra portata con una modesta quantità di liquirizia Amarelli, un filo d’olio buono e un po’ di erbette aromatiche fresche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *